background
8 Febbraio 2014

Una valigia di libri

Soprattutto ora che ritroveremo frammenti quotidiani di luce. Inizieranno a mancarmi tutti i miei libri, quelli che hanno bisogno di me, e io di loro. Non potrò più raccontare d’essere in viaggio solo per qualche settimana. Mi farò spedire da mia madre una valigia di libri. Andrò all’aeroporto a prenderli con un cartello, pieno di nomi, e d’emozione. Come si fa ricercando gli abbracci impacciati delle persone care. Riavrò daniil, samuel, viktor, paolo. Insieme, sul letto della primavera. Chissà se hanno la minima idea di questa umidità.


1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *