background
12 giugno 2014

Sorriso

E ora, come lo descrivi il sorriso?
Il sorriso è un gigantesco squalo fuori servizio: un Presidente dell’Iran buono, una torta riuscita.
Un abbraccio che non risparmia secondi.
Il sorriso è il citofono del postino che suona una volta, ma una volta molto lunga, così lunga da sembrare eterna.
La sua fidanzata, al di là della porta, è corsa da lui per chiedere perdono con in mano una mappa del mondo accartocciata.
Come andrà a finire?
Il sorriso è solo cugino della risata: diffida sempre da chi ti dice che sono fratelli. Ma sul fatto che si vogliano un gran bene, beh almeno su quello, siamo allineati.
Alcuni sorrisi sono amari, altri hanno i denti così stretti da non far passare nemmeno la speranza. Il sorriso al curry è piuttosto audace ma te ne parlerò dopo perché ora inizia il corso di flauto magico.
Siate gelosi di tutti i sorrisi: e fate attenzione al quaderno in cui li archivierete!
Io mi trovo piuttosto bene con gli anelli.


1 commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>